Dolce attesa: come bloccare gli attacchi di fame

Durante i nove mesi della gravidanza, tra esami, visite e controlli, uno degli aspetti da tenere sotto controllo è quello dell’alimentazione; un aspetto che mentre per alcune donne sarà estremamente semplice da tenere sotto controllo, per altre, sarà una vera impresa.

Non tutte le future mamme infatti affrontano la dolce attesa allo stesso modo; mentre in alcuni casi infatti, la nausea prende il sopravvento portando la donna a mangiare poco ed a perdere di conseguenza peso, in altri casi, accade proprio il contrario, per cui la donna è colpita da veri e propri attacchi di fame improvvisa, particolarmente difficili da gestire, tanto da ritrovarsi spesso in cucina, ad arraffare alla rinfusa, qualsiasi cosa di commestibile!

Attacchi di fame che in gravidanza sono comunque assolutamente comuni, per cui non devono preoccupare, anche se è estremamente importante siano gestiti con consapevolezza e criterio, onde evitare problemi legati alla digestione o ad eccessivi aumenti di peso.

E proprio a riguardo, ecco alcuni preziosi consigli, su come placare gli attacchi di fame, con gli alimenti giusti, per la mamma ed il bambino:

  • prediligere pietanze leggere e facilmente digeribili, che non siano troppo unte, ne grasse ne caloriche;
  • avere sempre una scorta in frigorifero di yogurt, preferibilmente magro, della frutta fresca di stagione e delle verdure fresche, da consumare anche crude come ad esempio carote e finocchi;
  • concessi gli snack salati ma non elaborati, come ad esempio crackers e grissini, normali o integrali;
  • ammessi i succhi di frutta, ma preferibilmente meglio, se fatti in casa;
  • ottimi i cereali, magari da abbinare a latte fresco parzialmente scremato;
  • ottima anche la frutta secca ma nella misura di “una manciata”, senza esagerare, per noci, nocciole, o ancora, mandorle;
  • evitare invece le bevande zuccherate e gassate e le merendine confezionate, che donano una soddisfazione immediata, ma lasciano il senso di fame.

Infine, un trucco per non cadere in tentazione, è quello di fare una spesa mirata, evitando cioè in vista di un possibile attacco di fame, di acquistare e quindi di avere in casa, gli alimenti sbagliati, per cui, non avendo alcun cibo sbagliato in casa, non si incorrerà nella possibilità di sbagliare! Funziona: non credete anche voi?

Lascia un commento